Carlo Caprino incontra Luigi Magazzino, un giovane grottagliese devoto e legato a San Ciro.

Una testimonianza che la gioventù grottagliese non solo sente la festa e il Santo ma segue sempre con estremo interesse e trasporto le nostre tradizioni.