«A conclusione dei Solenni Festeggiamenti in Onore del nostro Amato San Ciro, desidero Ringraziare dal profondo del cuore ancora tutti i miei Fraterni collaboratori del Comitato.» Lo scrive Carlo Santoro, presidente del Comitato per i Festeggiamenti patronali di Grottaglie.

«Anche quest’anno – racconta Carlo Santoro – abbiamo vissuto e condiviso insieme un’importante esperienza di Fede e di Vita.

Sicuramente il prossimo anno proveremo a sbagliare di meno e migliorarci sempre, ma quello che più conta è l’impegno e la devozione con la quale svolgiamo il nostro servizio.

 

san Ciro - processione ministranti

Un Grazie va ai nostri Amici di Portici che ci hanno onorato della loro presenza e testimonianza di fede; grazie a Mons. Raffaele che ci ha fatto dono di venerare la Reliquia di San Ciro nella nostra Collegiata e poi benedicendo tutti durante la processione. Grazie al mio Arciprete Eligio Grimaldi che riempie la nostra Comunità della sua Fede e del suo sorriso contagioso. Grazie a Don Alessandro Argentiero per il dono di saper trasmettere tanto entusiasmo.

Un Grazie – aggiunge Carlo Santoro – va a tutti i veri devoti di San Ciro, che non smetteranno mai di farmi battere il cuore, per la loro testimonianza e vera Devozione.

San Ciro - portatori statua

Un Grazie va a tutte le nostre Famiglie del Comitato che in questo lungo periodo sono state molto comprensive senza mai farci pesare la nostra “assenza”, in modo da lavorare in tranquillità.

In ultimo, desidero far luce su una cosa assai importante e delicata: San Ciro è di tutti, soprattutto di chi soffre o vive un periodo difficile.

Quando durante le processioni i devoti ci chiedono di far girare la statua verso un ammalato, una casa o altro, noi del comitato – spiega Carlo Santoro, in piena sintonia con il nostro parroco, lo facciamo sempre e comunque, senza mai chiedere nulla in cambio; poi, se qualcuno compie il gesto di donare un’offerta, è solo perché in cuor suo sente il desiderio di farlo, ma nessuno mai ha preteso qualcosa in cambio perché sarebbe davvero la fine di tutto ciò che di vero ruota intorno alla fede in Dio e ai santi!!! Spesso San Ciro lo giriamo senza che ci venga fatta alcuna segnalazione, perché ci accorgiamo da soli dove c’è bisogno di compiere questo gesto di amore, di devozione e di fede vera!!

Lo ripeto per l’ennesima volta – conclude Carlo Santoro, presidente del Comitato per i Festeggiamenti patronali di Grottaglie – San Ciro è di tutti!!! Evviva San Ciro martire ora e per sempre!!!»